27 aprile 2009

THE LIVING AND THE DEAD (Simon Rumley - 2006 UK)


 
Un povero signore inglese deve accudire la moglie gravemente malata e sopratutto il figlio James, weirdissimo, con grossi problemi di stabilità psichica e in perenne stato di iper-cinetismo maniacale. La simpatica famigliuola vive in una decadentissima villona inglese, tirando a campare.


Il padre:

La madre malata:

Il figlio James matto come un puledro imbizzarrito:

La situazione, già di per sè al limite dell'umano, precipita quando il babbo è costretto ad assentarsi. James decide di assumere il ruolo di capofamiglia, negando l'ingresso ai vari dottori, paramedici ed infermieri, per accudire da solo la povera madre e gestire le varie attività familiari.
"Quando te ne andrai, starò attento alla nostra casa, starò attento alla mamma"

Il fatto è che James, per meglio adempiere al suo nuovo ed importantissimo ruolo, pensa bene di rinunciare alle decine e decine di pillole calmanti che avrebbe dovuto ingurgitare giornalmente, perdendo ogni santa ragione e sbiellando di testa alla grande!

Da questo momento in poi James vivrà in uno stato di iper-realtà, rendendo vivi gli incubi che affollano la sua malatissima mente.



Secondo noi: Piccolo film, ma girato alla grande, oscillante tra il Lynch più delirante e il teatro contemporaneo, pieno zeppo di scene folli, ma pregno di una drammaticità di fondo, tal da rendere fortemente "credibile" la delirante vicenda. In fondo in fondo, ci sono un sacco di famiglie nella stessa situazione dei nostri protagonisti ... voi che ne dite?

VOTO: OTTIMO E ABBONDANTE (4 su 5)

Scena cult: il risveglio mattutino del giovane James, sveglia-corsa-scale-cucina-pillole-pillole-pillole-mamma-delirio ... che peggiora ogni santo giorno! Vedere per credere!

Questo è il trailer ufficiale:

Nessun commento:

Posta un commento